Pagina Facebook Pagina Google Plus Twitter Pinterest Bloglovin

Biokap, tinta per capelli nutricolor delicato, recensione e ingredienti


biokap tintaDopo aver utilizzato con molta soddisfazione la tinta naturale a base di polveri tintorie della marca Khadi, ho voluto provare la famosa tinta "vegetale" della Biokap che è la linea per capelli prodotta dalla BIOSLINE. La decisione di testare questo prodotto è data dalla scarsa copertura dei capelli bianchi delle polvere tintorie,purtroppo anche se ho da poco superato i 30 anni i capelli bianchi che mi ritrovo sono abbastanza numerosi e speravo di provare qualcosa che li coprisse maggiormente e più a lungo senza ricorrere alle tradizionali tinte chimiche.
La tinta Biokap è conosciuta, erroneamente, come tintura "vegetale" in quanto contiene olio di Argan da agricoltura biologica, anche se  non vedo alcuna certificazione che lo dimostri, proteine di grano soia avena, e non contiene ammoniaca, para fenilendiammina, resorcina, profumo, parabeni ed è nickel tested. Molto bene, ma questo non fa di essa una tinta vegetale, naturale, o bio, o addirittura ecobio come si sostiene in alcuni blog o siti web.
Gli ingredienti dannosi e certamente non naturali sono moltissimi, di seguito ne elenco solo alcuni che sono oltretutto stati citati dal SCCNFP (Comitato europeo scientifico dei prodotti cosmetici e dei prodotti non alimentari destinati ai consumatori) in un dossier riguardante proprio le tinture per capelli e i possibili rischi per la salute [qui il link al dossier]

2,5 DIAMINO TOULENE
p-PHENYLENEDIAMINE
4-AMINO-2-HYDROXYTOLUENE
p-AMINOPHENOL
m-AMINOPHENOL
1-NAPHTHOL
4-AMINO-M-CRESOL
N,N-BIS(2-HYDROXYETHYL)-p-PHENYLENEDIAMINE SULFATE

Nonostante mi fossi accorta di quello che contiene ho voluto comunque acquistarla, consapevole del fatto che contiene molti ingredienti dannosi in meno rispetto alle tinte "tradizionali" e anche per poterla recensire sul blog, anche se acquistare un prodotto del genere che non è "onesto" nella sua definizione va contro i miei principi.
Passiamo all'applicazione e al risultato: io ho acquistato la colorazione  5.05 castano nocciola,al prezzo di euro 11,50 (un pochino elevato a mio parere) la confezione contiene un tubetto di crema colorante, un tubetto di rivelatore con applicatore, una bustina di crema protettiva per il contorno del cuoio capelluto, una bustina di shampoo-balsamo post tinta, guanti monouso e istruzioni.
Il metodo di applicazione è quello classico delle tinte da supermercato, si miscelano i 2 componenti nel tubetto con applicatore, si distribuisce prima sulle radici e poi sulle lunghezze e si lascia in posa 20 minuti prima del risciacquo.

biokap tinta

biokap tinta
La crema protettiva è abbastanza utile ed è un "plus" che normalmente le confezioni di tinutre non contengono. L'odore non è sgradevole probabilmente per il fatto che non contiene ammoniaca e non ho riscontrato pruriti o fastidi sulla cute una volta distribuita. Lo shamppo-balsamo fornito nella confezione ha un buon odore ma anche esso ha pessimi ingredienti al suo interno per cui non l'ho utilizzato preferendo applicare il mio solito shampoo.
Risultato,i capelli sono un po' più scuri di come l'immagine sulla confezione rappresenta, (partivo da una base nocciola), i capelli bianchi però sono bene coperti e il colore è omogeneo.

biokap castano nocciola

Sono consapevole del fatto che una tinta che colori bene i capelli, che copra i bianchi e che duri a lungo debba quasi obbligatoriamente contenere sostanze chimiche, la tinta vegetale al 100% che garantisce un risultato ottimale devono ancora inventarla, purtroppo, e io nell'attesa di questa improbabile invenzione continuerò ad affidarmi alle polveri tintorie anche se sono meno pratiche e se i capelli bianchi non saranno perfettamente coperti, di sicuro non ricomprerò la tinta Biokap e non la consiglierò.
Certo una tinta tradizionale da parrucchiere contiene ancora di più ingredienti "cattivi" ma la poca trasperenza adottata dall'azienda per pubblicizzare questo prodotto come naturale non mi è piaciuta affatto.
Non credo sia opportuno usare questa tinta in gravidanza, anche se in erboristeria ve la consigliano, contiene tantissimi ingredienti dannosi, e non sono io a dirlo, l'INCI parla chiaro.

10 commenti:

  1. Hanno coperto molto bene i capelli bianchi ed anche uniforme! Complimenti :*

    RispondiElimina
  2. la resa del colore è bella.....ma anche io preferisco restare sulle tinte vegetali, costano n po' piu di.....fatica ma credo ne valga la pena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente ne vale la pena :) Ciao!

      Elimina
  3. I used to be able to find good info from your blog articles.


    Here is my page - Arthur Falcone

    RispondiElimina
  4. Quindi da quello che ho capito, andiamo sul sicuro solo se se usiamo Khadi o simil Hennè, giusto? O ci sono degli shampoo coloranti che suggeriresti? Io uso khadi ma ho molte amice che non riescono a convertirsi. GRAZIE Greta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, le tinture non sono mai completamente naturali tranne le polveri tintorie come l'henné ecc. Shampoo coloranti naturali per il momento non ne conosco.

      Elimina
    2. Per caso hai da suggerire qualcosa shampoo colorante che è "il meno peggio"? Grazie

      Elimina
    3. Prova a vedere quelli della marca Sante

      Elimina
  5. Ciao a tutte, uso le polveri per colorare da tanti anni ormai. Di natura sarei castana, ormai a 52 anni grigia e per coprirli bene funzionava solo l'henné rosso. ultimamente volevo tornare al marrone, provando alcune polveri tipo il katam in varie miscele anche con nero e/o indigo. Risultati non proprio soddisfacenti, quindi un po' per disperazione ho voluto provare la colorazione Biokap, anche se non del tutto naturale. Solo nel foglietto delle istruzioni ho visto che non andava bene per capelli trattati con henné. Ho provato lo stesso, almeno per coprire la ricrescita, dopo un lavaggio era già sparito tutto. Non lo consiglio. NB. lavo una volta la settimana con mix di shikakai, alma e poudre de sidr. Le miscele della khadi mi piacciono molto, ovviamente c'é sempre il rosso.

    RispondiElimina

.